Giordano Azzoni 

Artista che dipinge solo ed esclusivamente a spatola nel piccolo e grande formato così come sono le opere esposte. Predilige le emozioni ed i silenzi dei paesaggi lombardi e soprattutto

le ispirazioni che dettano i borghi delle Cinque Terre Liguri.

Nelle stradine, nei vecchi muri, nella calda luce delle sue opere traspare l’amore alla terra, alla gente, alla loro storia.

Per i collezionisti:

email   giordanoazzoni@virgilio.it

 GALLERIA    

Milanese e levantino di adozione, divide il suo impegno fra la pianura e il levante ligure, ovvero fra la campagna lombarda e i borghi della costa delle Cinque Terre, luoghi d'incanto e perenne attrazione per ogni artista. Autodidatta, ha iniziato a dipingere giovanissimo formandosi frequentando studi di artisti affermati e visitando i grandi musei europei. Dedica particolare attenzione al pensiero ed alle tecniche dei grandi maestri nell'intento di creare opere con la capacità di veicolare emozioni di quiete ed equilibrio nell'animo dell'osservatore attenenendosi alla pittura tradizionale del paesaggio, resa vibrante e dinamica nella delicata esecuzione a spatola.

Le sue mostre comprendono opere ad olio ed una raccolta di disegni, presentate negli ultimi anni a Levanto, Bogliasco, Bonassola, Deiva Marina, Monterosso, Gonzaga, Mantova, Lesmo, Concorrezzo, Milano S. Felice, Muggiò, Paderno Dugnano, San Donato Milanese, Macherio e Monza.

Nella Chiesa parrocchiale di Sovico due grandi opere di Negri ed Azzoni. Inaugurazione 23 ottobre 2015